Pasetti - Gesmino Moscatello di Castiglione passito DOP

Passito Bianco D.O.P.

100% Moscatello di Castiglione

Dal color oro brillante, il passito dell’azienda Pasetti sprigiona profumi e aromi intensi e fini. Favolosa versione passita del moscatello di Castiglione, antico vitigno autoctono riportato alla luce dopo anni di studi e ricerche.

19.50

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Descrizione

Caratteristiche tecniche

Anno di Produzione 2014
Zona di Produzione
Sito in Pescosansonesco a 550 metri sul livello del mare. Vigneto collocato ai piedi del Gran Sasso e Monti della Laga, in un territorio caratterizzato da un terreno argilloso-calcareo, con sottosuolo roccioso e un microclima che ne ammorbidisce le asperità. Allevamento a filari con una densità di 5.000 ceppi per ettaro, esposizione a Sud-Est, produzione media 30 – 40 quintali per ettaro.

Storia del Vino
Il Moscato di Castiglione è un vitigno autoctono a bacca bianca appartenente alla grande famiglia dei moscati, di antichissima origine, ampiamente diffusi dai romani. Presente in Abruzzo, nella zona omonima, dove è sempre stato, deve la sua diffusione nelle regioni italiane meridionali ai coloni greci, che portarono con loro i semi e i tralci per poterlo coltivare nelle colonie della Magna Grecia. La varietà bianca è la più pregiata. Le uve venivano già citate dai Romani come Apicae (da Catone) o Apianae (da Columella e Plinio). Il suo nome deriva da muscum (muschio) a causa del suo profumo. La diffusione al Nord avvenne principalmente nel Medioevo grazie ai Veneziani , che con i loro commerci con le isole del Mediterraneo lo importarono in tutto il Nord Europa.

Caratteri Organolettici
Vino di colore giallo dorato brillante,esplode con il suo intenso e aromatico bouquet di confettura di pesca e albicocca,fichi secchi e miele di acacia. Note di caramello e frutta candida completano un ricco ventaglio di sfumature odorose. Vino dolce caratterizzato da una notevole mineralità e una spiccata acidità, al finale presenta una persistenza olfattiva e gustativa di gran rilievo.

Vendemmia
Inizio settembre. Raccolta manuale in cassette e successivo appassimento di 60 giorni.

Vinificazione
Pigiatura e pressatura soffice a basse temperature. Fermentazione in acciao a 15 °C per 30 giorni circa. Microfiltrazione e imbottigliamento.

Affinamento
4 mesi acciaio sulle fecce nobili, successivamente 12 mesi di affinamento in bottiglia. Lasciato per ulteriori 5 anni il vino accresce le proprietà gustative.

Modo di Servirlo
6 – 8 °C.

Abbinamenti Gastronomici
Ottimo con biscotteria secca e prodotti di pasticceria. Interessante e piacevole l’abbinamento con formaggi di media stagionatura accompagnati da miele o marmellata.

Modi di Conservazione
La bottiglia va tenuta in posizione orizzontale in ambienti lontani da fonti dirette di luce, calore e rumore, ad una temperatura che varia dai 15 ai 18 gradi.

Dati Analitici
Gradazione Alcolica: 15,00 % Vol.
Zuccheri: 145 g/l
Acidità Totale: 6,21 g/l